Musei a Venezia: 9 Musei da Vedere Assolutamente

Pubblicato da: BounceInviato

Venezia è una di quelle rare città che non ha bisogno di presentazioni. Il capoluogo veneto è un simbolo che va oltre l'identità nazionale italiana ed è uno dei luoghi più universalmente conosciuti al di fuori dei nostri confini.

Venezia è anche conosciuta per avere una ricca quantità di musei, tra i più belli ed interessanti al mondo. La sua particolare posizione ha fatto gola a tanti critici e appassionati d'arte che, nel corso dei secoli, ha reso Venezia ciò che è oggi.

Se si vuole andare a Venezia con l'intenzione di scoprirne i musei è bene partire preparati, tanto dal punto di vista dell'itinerario quanto della comodità. Con questo articolo cerchiamo di soddisfare il primo punto, andando ad elencare i luoghi migliori da visitare per gli appassionati d'arte.

Innanzitutto, però, dato che a nessuno piace esplorare vecchi palazzi nobiliari pieni d'opere d'arte con le valigie a corredo, perché non depositare i propri bagagli? A tal proposito può essere utile scoprire i servizi offerti da Bounce.

Usare Bounce è semplicissimo: permette a chiunque di prenotare un deposito bagagli nel giro di pochi clic. Basta scegliere dalla mappa il deposito bagagli a Venezia che si preferisce, pagare con carta di credito o altri metodi di pagamento elettronici e il gioco è fatto!

Collezione Peggy Guggenheim

Partiamo subito con uno dei più importanti musei non solo di Venezia, ma del mondo intero. La collezione Peggy Guggenheim è un museo d'arte moderna di raro prestigio, con una collezione di centinaia di opere che va a dall'arte europea a quella americana con grande attenzione.

Dentro al Peggy Guggenheim è possibile trovare esperienze artistiche di ogni tipo appartenenti al ventesimo secolo, spesso provenienti dalla collezione personale di Peggy Guggenheim stessa.

Tra i quadri più noti che è possibile trovare all'interno troviamo titoli come "L'impero della luce" di René Magritte, "La torre rossa" di Giorgio De Chirico, "La foresta incantata" di Jackson Pollock, "Lo studio" di Pablo Picasso e tanto altro ancora.

Oltre alla fornitissima collezione personale della curatrice del museo, è possibile trovare opere provenienti da collezioni appartenute a Raymond Nasher, Rudolph Schulhof, Hannelore B o mostre temporanee, il tutto all'interno deli privilegiatissimo contesto sulle sponde del Canal Grande.

L'edificio che ospita il museo viene utilizzato anche per cene di gala, eventi esclusivi e molto altro, motivo per cui vale la pena visitare questo luogo meraviglioso, anche se non si è grandi appassionati di arte moderna.

La collezione Guggenheim si trova in Calle San Cristoforo, presso Dorsoduro 701-704. Il museo è aperto tutti i giorni (tranne il martedì) dalle 10 alle 18. Il biglietto intero per entrare ha un costo di 19,50€.

Newsletter Banner

Amore sconti e viaggi?

Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni 10% di sconto sulla tua prossima prenotazione.

Museo Correr

In piena Piazza San Marco, all'interno delle Procuratie Nuove, c'è un museo che il comune di Venezia può annoverare tra i suoi vanti.

Creato grazie all'imponente collezione artistica accumulata durante il corso degli anni dal nobile locale Teodoro Correr, il Museo Correr è un luogo dove potersi godere, a pochi passi dall'ombra del campanile di San Marco, tante delle più belle opere passate per la Repubblica di Venezia.

Il Museo Correr è suddiviso tra varie anime: da una parte c'è il museo del Risorgimento, con una ricca collezione di dipinti dedicati alla ricerca della storia della città, mentre da un'altra si può trovare la Quadreria.

Qui è possibile trovare una lunga serie di tele esposte come a formare un itinerario nella storia della scuola veneziana, con opere come "La pietà" di Antonello Da Messina o le "Due dame veneziane" del Carpaccio.

La parte principale del museo è invece quella dedicata alle collezioni storiche, quelle fisicamente raccolte durante il corso della vita da Teodoro Correr.

Lungo tutto il primo piano del museo è possibile trovare sculture del Canova, dipinti dei Dogi, simboli ufficiali della città lungo la sua storia e dipinti dei luoghi più importanti della Serenissima.

Il Museo Correr è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17; la visita prevede il pagamento di un biglietto del costo di 24,80€.

Galleria internazionale d'arte moderna presso Ca' Pesaro

Affacciata sul Canal Grande c'è Ca' Pesaro, un palazzo seicentesco lasciato in dono all'inizio del Novecento al comune di Venezia, affinché diventasse la sede di un'esposizione d'arte permanente.

La galleria internazionale d'arte moderna qui presente ospita sculture e dipinti realizzati tra il ventesimo ed il diciannovesimo secolo appartenuti sia da artisti italiani (Morandi e De Chirico su tutti) che internazionali (Klee, Matisse, Chagall, Klimt, Kandinsky e molti altri).

Tra le opere più rappresentative troviamo "Giuditta II" di Klimt, "l Rabbino" di Chagall e "Borghesi di Calais" di Rodin.

Durante tutto il periodo di vita del museo, i curatori hanno modificato diverse volte il percorso espositivo contenuto all'interno della galleria.

La galleria internazionale d'arte moderna di trova presso il palazzo di Ca' Pesaro in Santa Croce 2076, San Stae. Il museo è aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 (lunedì escluso) ed è accessibile previo il pagamento di un biglietto dal costo di 10€.

Una piacevole nota positiva è che con lo stesso biglietto è possibile effettuare l'ingresso anche al museo d'arte orientale di Venezia.

Museo d'arte orientale di Venezia

Sempre all'interno del palazzo di Ca' Pesaro, sempre in Santa Croce 2076, è possibile visitare anche il museo d'arte orientale di Venezia.

Questo museo vanta una vasta collezione di manufatti ed oggetti raccolti tra il 1887 ed il 1889 dal principe Enrico di Borbone durante una sua lunga visita tra Cina, Giappone, Indonesia e Sudest Asiatico. I circa trentamila pezzi presenti nel museo collezione rappresentano una delle più importanti ed ampie collezioni d'arte orientale di tutta Europa, con una gigantesca sezione giapponese sparsa in oltre sette sale diverse. Questa collezione comprende oggetti appartenenti al periodo Edo (1630 - 1868) come spade, ceramiche, tessuti, armi, strumenti musicali.

Molto affascinanti sono anche le giade e le porcellane di rara bellezza presenti all'interno delle sale dedicate alla collezione cinese, mentre più curiosa è la parte della collezione relativa all'Indonesia, tra pugnali rituali, tessuti e rappresentazioni teatrali con le ombre.

Il museo d'arte orientale può essere visitato pagando un biglietto dal costo di 10€, lo stesso che permette l'accesso alla galleria d'arte internazionale di Ca' Pesaro.

Gallerie dell'Accademia

Un tempo conosciuta soltanto come Pinacoteca dell'Accademia di Belle Arti locale, le Gallerie dell'Accademia sono senza dubbio il luogo migliore - non solo della città ma in tutto il mondo - per scoprire le meraviglie della pittura veneziana realizzate tra il XIV ed il XVIII secolo.

Le Gallerie dell'Accademia si trovano all'interno di un complesso formato da tre edifici differenti: la chiesa di Santa Maria delle Carità, il convento dei Canonici Lateranensi (realizzato da Palladio) e la Scuola Grande della Carità, diventate poi museo durante il corso dei primi dell'Ottocento.

Perché la Galleria dell'Accademia è tanto chiacchierata? Presto detto: perché al suo interno è possibile trovare un lungo percorso espositivo che, nel corso di cinque secoli, mostra la scuola veneziana dalla sua nascita al suo riposo, passando dalle influenze bizantine a quelle rinascimentali, senza dimenticarsi degli influssi medievali e barocchi.

Tra le opere più famose possiamo trovare "La distruzione del tempio di Gerusalemme" di Francesco Hayez, "Il beato Lorenzo Giustiniani" di Gentile Bellini o il "Ritratto di Giovane Gentiluomo" di Lorenzo Lotto. Non mancano opere di Tintoretto, Hyeronymus Bosch, Paolo Veronese e tanti altri.

Chi può permettersi di organizzare il viaggio veneziano anche oltre i canonici sabato e domenica, può approfittarne per visitare la Quadreria dell'Accademia. Questa è visitabile solo su prenotazione venerdì e sabato mattina, ed è una sala dove sono esposti ben 88 quadri di artisti diversi, legati alla corrente della pittura veneta vissuti tra la fine del Quattrocento e l'inizio del Settecento.

La Galleria dell'Accademia si trova in Campo della Carità, presso Dorsoduro 1050. ed è aperta tutti i giorni (sebbene il lunedì faccia orario ridotto). Il biglietto costa 9€, ma il prezzo varia anche in base alle mostre temporanee presenti.

Museo di Storia naturale

Presso il Palazzo del Fontego dei turchi c'è il museo di storia naturale di Venezia, riaperto nel 2010 dopo un restauro durato oltre 10 anni grazie allo sforzo della gestione dei musei civici di Venezia.

Questo restauro ha permesso alle undici sale del primo piano del palazzo di ospitare una imponente collezione, con oltre due milioni di reperti spalmati in un arco temporale di oltre 700 milioni di anni.

Da buona collezione di storia naturale che si rispetti, il contenuto di questo museo comprende entomologia, botanica, zoologia e tanto altro. Sempre al piano terra è possibile trovare l'incredibile galleria dei cetacei, con scheletri di balene e capodogli, e anche il particolare "acquario delle tegnùe", ricco invece di specie marine.

Per concludere, non mancano intere sezioni di questo piano dedicate all'adattamento delle specie viventi durante il corso dell'evoluzione alla vita sulla terra, passando da reperti paleontologici a reperti della storica del collezionismo naturalistico.

Il museo di storia naturale si trova lungo il Fontego dei Turchi, presso Santa Croce 1730, ed è aperto tutti i giorni tranne i lunedì (sebbene con orari variabili). Il biglietto d'ingresso costa 8€.

Ca' Rezzonico - Museo del Settecento

Il Museo del Settecento veneziano ha sede all'interno del meraviglioso palazzo di Ca' Rezzonico, presso Dorsoduro 3136. Il palazzo, opera degli architetti Longhena e Massari, è proprietà del comune di Venezia, che ne ha mantenuti intatti i pregiatissimi arredi d'epoca e lo ha trasformato in un incredibile museo, il migliore al mondo per quanto riguarda le opere del Settecento veneziano.

Al suo interno è possibile ammirare opere realizzate da artisti come Longhi, Guardi, Canaletto e Tiepolo lungo un percorso molto affascinante, che attraversa i corridoi e le sale del palazzo accompagnati dall'architettura pregiatissima dell'epoca.

Il museo è diviso in più piani: il primo è diviso in 11 sale diverse, con una raffinata sequenza di sculture, affreschi ed arredi. Il pezzo forte è senza dubbio la "sala del Brustolon", dove è possibile trovare alcune tra le più importanti opere del cosiddetto intaglio veneto.

Non da meno il secondo piano, con diversi dipinti del Seicento contenuti all'interno del "Portego", con le tele del Canaletto a fare da superstar. Non mancano poi sale dedicate tanto a Pietro Longhi quanto a Giambattista Tiepolo, quest'ultimo specializzato in affreschi.

Al terzo piano la musica cambia, poiché la collezione in gioco è quella della Pinacoteca Egido Martini, anche qua con opere di estrazione e scuola veneziana. Le trecento opere qui contenute spaziano dal 1500 agli inizi del 1900.

Il biglietto per visitare questa pletora incredibile di arte e cultura costa 10€, e il museo è aperto tutti i giorni (martedì escluso) dalle 10 alle 18.

Museo del Vetro

Facciamo un veloce detour fuori da Venezia per parlare di Murano e della sua incredibile arte vetraria. Quest'isola nella laguna veneziana è sede di un'antichissima tradizione della lavorazione del vetro soffiato, con mastri artigiani che raggiungono livelli di abilità altissimi, invidiati in tutto il mondo.

Proprio per questo motivo, visitare il museo del vetro può essere una graditissima sorpresa: inizialmente nato come archivio storico destinato a raccogliere il patrimonio culturale della vita sull'isola, il museo del vetro è diventato poi tale grazie ai tesori donati da artigiani locali e all'aggiunta di una scuola.

Il museo del vetro di Murano è quindi un luogo affascinante da visitare, in cui poter godere di delicate creazioni artigianali tra vetri e cristalli. Da opere d'arte a oggetti di uso quotidiano, l'itinerario che parte dalle tradizioni dei mastri vetrai ad oggi è uno dei motivi per cui l'isola in questione è tanto conosciuta.

Il museo del vetro si trova in Fondamenta Marco Giustinian al numero civico 8, con un biglietto intero dal costo di 10€.

Museo di Palazzo Mocenigo

In Santa Croce 1992 è possibile scoprire da vicino uno dei poli del lusso veneziano visitando Palazzo Mocenigo.

Questo edificio signorile, un tempo centro di studi legato a tessuto e costume, è oggi la casa di una serie di percorsi museali più moderni, fatti con un criterio tale da valorizzare tanto la bellezza delle sale quanto quella degli arredi originali.

Il risultato finale è un luogo dove le atmosfere settecentesche fanno da contorno indiscusso, e i percorsi dedicati all'evoluzione della moda e dell'industria tessile suscitano fascino e meraviglia in chiunque li ammiri.

Recentemente, al museo è stata aggiunta una collezione davvero particolare, legata al mondo del profumo. Cinque sale del museo sono proprie dedicate alla cultura e alla storia dei profumieri, con strumenti multimedia ed esperienze sensoriali. Pezzo forte è senza dubbio la mappa olfattiva che descrive la via delle spezie, ben conosciuta dagli antichi veneziani.

Il museo è aperto tutti i giorni (lunedì escluso) dalle 10 alle 17; il biglietto d'ingresso costa 10€.

Musei gratuiti a Venezia

  • Biblioteca Nazionale Marciana: Non molti sanno che in Piazza San Marco c'è un luogo visitabile gratuitamente, che permette a chiunque di godere di mostre e di una location da favola. La Biblioteca Nazionale Marciana è una delle più grandi biblioteche d'Italia e, oltre ad avere una quantità immensa di volumi da sfogliare, offre anche una zona in cui si susseguono numerose mostre temporanee. L'ingresso, fortunatamente, è libero!
  • Basilica di San Marco: la cattedrale della città galleggiante, simbolo dell'arte veneta, delle cristianità e della repubblica di Venezia, è accessibile gratuitamente a turisti e curiosi. I più interessati potranno visitare il museo al suo interno ad un costo di 5€.

Conclusioni

Eccoci giunti alla fine del nostro percorso dipanatosi tra i 9 più interessanti musei veneziani. Il capoluogo veneto è una città incredibile dal punto di vista architettonico e paesaggistico, ed offre moltissime occasioni per approcciarsi alla cultura, attraverso percorsi espositivi, mostre e musei di grande prestigio. Ad esempio la Collezione Peggy Guggenheim, il Museo del Vetro di Murano o il Museo del Settecento Veneziano.

Se stai pensando di andare a Venezia ed hai apprezzato il contenuto di questo articolo, ti consigliamo di dare un'occhiata anche al resto delle nostre guide:

Newsletter Banner

Amore sconti e viaggi?

Iscriviti alla nostra newsletter e ottieni 10% di sconto sulla tua prossima prenotazione.

Ottieni l'applicazione
Bounce

Trova subito depositi nelle vicinanze per lasciare i tuoi bagagli ovunque tu vada.

Download